Questo video tende a dimostrare che la matematica è in un certo qual modo dentro i codici della natura stessa delle cose e in perfetta simbiosi con l’uomo, il quale, dallo scorrere delle sue esperienze umane, la scopre, la estrae e la elabora per il proprio futuro ma anche per il futuro della matematica stessa: fondamentalmente l’uomo ha un estremo bisogno della matematica e lei, di noi. La matematica è una lingua molto speciale, una scrittura divina che appartiene a Dio e con la quale ha scritto tutto il Suo creato e nel contempo, tramite l’evoluzione della stessa, Gli consente di comunicare sempre meglio con l’uomo per farglielo scoprire, capire e amare con lo scopo di evolverci. I numeri quindi, sono le lettere di un linguaggio antico e divino, per questo ancora attuali, poiché sono stati i primi strumenti, i primi scalpelli virtuali che hanno consentito all’uomo di mettersi in contatto con la matematica stessa, di scoprirla e di estrarla dagli elementi della natura in cui è sin dall’origine dell’universo custodita e, di elaborarla per il nostro e suo futuro. Il diagramma (o tetragramma) di argilla è stato lo strumento algebrico-geometrico millenario che ha aperto le porte al pensiero matematico e ha accompagnato l’uomo verso il suo futuro, alla conquista dello spazio terrestre e cosmico. Non è casuale che sia fatto di argilla, la terra vitale con cui la genesi biblica riconduce nella natura stessa del Creato, l’origine dell’uomo.
Loading...